Dicono di noi

20 02 2020
Aumentano il numero di imprese titolari di rating di legalità e i benefici ottenuti. Come la riduzione dei tempi e dei costi di istruttoria. Alla fine di novembre erano 7.161 le aziende con il rating di legalità, con un incremento del 78% dal 2017 a oggi. La distribuzione geografica delle richieste è piuttosto evidente: circa la metà delle imprese è al Nord (28% Nordest e 25% Nordovest), il 27% al sud e Isole, il 20% al centro. La maggior parte delle imprese che lo richiedono (90%) sono micro, piccole e medie imprese (54,6% piccole, 27,2% medie, 8,5% micro) con sede operativa in Italia.
20 02 2020
Meno padroncini, più società di capitali e boom dei contratti di rete: l'autotrasporto si riorganizza, con un fatturato globale in crescita (dopo annidi calo) e un ridimensionamento del numero totale delle aziende. La fotografia del settore parla di un duro processo di consolidamento: dal 2014 al 2019, secondo i dati di InfoCamere, sono state chiuse 10mila aziende di trasporto merci su strada, ma chi è rimasto sul mercato ha rafforzato la propria massa critica.
20 02 2020
Sulla rampa di lancio il nuovo incentivo «Smart e Start», che finanzia le startup innovative costituite da non più di 60 mesi e iscritte alla sezione speciale del registro delle imprese. Dote a disposizione 90 milioni di euro. A partire dal 20 gennaio 2020 possono richiedere il finanziamento le start-up innovative di piccola dimensione; un team di persone fisiche che vogliono costituire una start-up innovativa in Italia, anche se residenti all'estero, o cittadini stranieri in possesso dello «start-up Visa» e le imprese straniere che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano.
17 12 2019
Padova si conferma regina dell'innovazione anche nelle modalità di attivazione delle nuove imprese. Con 95 start up costituite online dal 2016 ad oggi la città culla di Infocamere e della digitalizzazione, si conferma ancora oggi fra le tre capitali italiane in questo ambito. Solo Milano (428 imprese,16, 9% del totale nazionale) e Roma (227 unità) fanno decisamente meglio.
17 12 2019
Pronti, via. Con 600 aziende. L'abbrivio preso dalla prima edizione della rassegna Mecspe di Bari (28-3o novembre), racconta già molto dell'evoluzione recente del territorio. Diventato interessante per esporre tecnologie legate all'innovazione, percorso non certo scontato e agevole se immaginato appena qualche anno fa.
17 12 2019
Vivono a Trieste le persone indebitate più solvibili, quelle cioè che rischiano meno di cadere nel default finanziario. Stabili anche le famiglie con crediti attivi di Aosta e Parma, seguiti dai "parsimoniosi" liguri di La Spezia e Genova. Più a rischio, invece, la capacità di rimborsare le rate di mutui e prestiti degli abitanti di Crotone, Barletta-AndriaTrani e Agrigento. Sono queste le province italiane posizionate agli estremi della classifica elaborata dal Sole 24 Ore che cerca di misurare il rischio di sofferenza finanziaria nei territori.
17 12 2019
Chimica, acciaio, elettrodomestici: così l'Italia ha perso la sua industria. La mancanza negli ultimi 25 anni di politiche di sviluppo ha lasciato il segno, tanto che sono stati persi 700 mila posti di lavoro. È ora d'intervenire per non rischiare la marginalità e favorire i segnali di ripresa che si vedono.
24 10 2019
Boom di palestre e circoli sportivi in Italia ma in forte crescita anche le società che organizzano eventi legati allo sport. In cinque anni, infatti, le imprese che operano nel settore sono aumentate di 5 mila unità (+23,9%), raggiungendo oggi i 23mila operatori.
24 10 2019
Un'impresa su dieci fa capo ad un'imprenditore nato all'estero. Ecco così superata quota 600mila aziende, ovvero la soglia del 10%, nel secondo trimestre dell'anno quando lo stock ha segnato un aumento dell'1,1% con un raddoppio del trend rispetto al trimestre precedente.
24 10 2019
InfoCamere punta sulla sostenibilità e lo fa inaugurando un impianto fotovoltaico da oltre 900 metri quadri sul tetto della sua sede di corso Stati Uniti. La società delle Camere di Commercio per l'innovazione digitale potrà cosi alimentare con energia rinnovabile una parte del proprio fabbisogno energetico.