ghezzi-startup-green

Quante imprese diventano green?

Le imprese innovative: tra e-commerce e sostenibilità. L’analisi di Paolo Ghezzi, direttore generale di InfoCamere


 

Lo sviluppo della “Green economy” rappresenta un tema di estrema attualità che si contrappone ai modelli di sviluppo economico tradizionali, caratterizzati dallo sfruttamento delle risorse naturali senza considerarne il progressivo esaurimento e gli impatti che le attività industriali hanno sull’ambiente, sulla società e in ultima analisi sulla qualità della vita.

Lo sviluppo della Green economy è universalmente riconosciuto come la soluzione principale al problema, racchiudendo quindi tutti gli interventi sul sistema economico e produttivo globale volti a contenerne l’impatto ambientale.

Quindi, la Green economy non è un nuovo settore produttivo, un nuovo comparto che si aggiunge ad altri, si tratta, invece, di un nuovo modello di sviluppo. Pertanto tutti i settori economici hanno le potenzialità per poter essere “green” orientando i propri comportamenti produttivi verso una maggiore sostenibilità. Da qui deriva la difficoltà di identificare un perimetro di analisi per le imprese green.

Sebbene ci siano dei settori “privilegiati” che hanno la peculiarità di sviluppare e fornire prodotti e servizi che rendono maggiormente sostenibili le attività economiche e i comportamenti sociali (come i settori dell’energia, dei rifiuti e dell’inquinamento), al fine di cogliere la pervasività del fenomeno e fornire un’analisi sugli scenari di sviluppo legati alla Green economy si è deciso di fare riferimento ai dati delle startup e PMI innovative, le quali in fase di compilazione delle “vetrine” della propria attività possono dichiarare fino a 3 ambiti di interesse.

Quindi, per ogni impresa (startup o PMI) che compila la propria vetrina, abbiamo a disposizione fino a 3 ambiti di interesse legati alla propria attività, che vanno oltre i limiti dell’inquadramento in un settore di attività ATECO e permettono di individuare quelle imprese che tra le proprie priorità includono la sostenibilità e l’attenzione per l’ambiente.

Al fine di individuare le imprese “green” abbiamo sfruttato una lista di parole chiave da ricercare tra quelle fornite dalle imprese come “ambito di interesse”. Sulla base di queste parole, al 01/11/2021 sono state identificate 1.317 imprese (tra startup e PMI) che dichiarano di porre attenzione ai temi della sostenibilità (l’8,23% del totale).

 

Continua a leggere l'articolo su 

Scorpi il Registro Imprese