Dicono di noi

05 03 2021
Cresce l’interesse dei giovani per le attività professionali legate ala fornitura di servizi alla persona, le donne preferiscono cimentarsi nei settori dei parrucchieri e di altri servizi estetici, gli stranieri prediligono il comparto dell’edilizia. Sono alcuni dei trend che emergono dalla lettura della recente analisi Unioncamere e da InfoCamere sull’evoluzione dei mestieri artigiani negli ultimi cinque anni, settore che conta poco meno di 1’3 milioni di imprese e che ne ha perse quasi 80 mila tra il 2015 e il 2020.
05 03 2021
Sono 3.167 le startup innovative avviate utilizzando la modalità di costituzione digitale e gratuita, in base ai dati aggiornati allo scorso 30 giugno. In particolare, 2.292 hanno optato per la procedura interamente online, con la validazione degli atti fondativi mediante firma digitale tramite la piattaforma startup.registroimprese.it, mentre sono state 875 le imprese che hanno scelto di utilizzare la nuova procedura della firma autenticata avvalendosi dei servizi di assistenza offerti dalle Camere di Commercio.
05 03 2021
Professionisti dell’area economico legale e tecnici già in regola con Pec e identità digitale. Praticamente tutti gli iscritti agli Ordini degli avvocati, commercialisti, notai e consulenti del lavoro sono già censiti nel registro della posta elettronica certificata, Ini-Pec, valido per imprese e professionisti, nato con il codice dell’amministrazione digitale.
05 03 2021
In dieci anni tra il marzo 2010 e il marzo 2020 l’età dei piccoli imprenditori italiani si è alzata di tanto. Gli over 50 due lustri fa rappresentavano il 54,8% dei titolari di imprese individuali, ora sono il 66, 4%. In termini assoluti i Piccoli ultracinquantenni sono più di 1,9 milioni, nel 2010 erano 1,7 milioni ma occorre tener presente che il numero complessivo delle imprese individuali è sceso nel frattempo di 230 mila unità (oggi sono 3,1 milioni).
05 03 2021
È affare di queste settimane: nei primi giorni di maggio l’agenzia delle Entrate ha caricato il 730 precompilato e i contribuenti possono accedere al sito del Fisco per verificare la dichiarazione e approvarla o modificarla. Per compiere questa operazione da casa c’è, però, bisogno di possedere le credenziali, che si possono richiedere alle Entrate.
05 03 2021
L’azienda a portata di smartphone? Lo è già per seicentomila imprenditori in Italia. Grazie al cassetto digitale che ciascuno ha aperto - gratis per chi è iscritto alla camera di Commercio – sulla piattaforma impresa.italia.it. Una sorta di corsia preferenziale per dialogare con la Pubblica amministrazione ed entrare nell’economia 4.0.
05 03 2021
Non è certo il caso di scomodare la filosofia se l’argomento è: stabilimenti balneari. Tanto più alle porte della loro riapertura nella gestione del Covid, quando i gestori sono alle prese con problemi organizzativi ed economici. Come l’aumento dei costi e i prezzi da ritoccare. Tuttavia proprio qui nasce il dilemma (filosofico).
05 03 2021
Con poco meno di 17mila aziende Bari è la seconda provincia nel Sud Italia, e la quinta sul territorio nazionale, per imprese che hanno aderito al cassetto digitale. Una performance che testimonia la maturità digitale delle aziende e del territorio di competenza della Camera di Commercio di Bari e l’impegno riposto dall’ente nel promuovere la diffusione di questo strumento.
05 03 2021
Agili perché messi alle strette (nelle più o meno confortevoli) mura domestiche con l’obiettivo di frenare l’avanzata del Covid-19. E, una volta sperimentato (per settimane) il nuovo corso occupazionale lontano dall’ufficio, cimentatesi nella solita veste di “narratori di se stessi” e di come l’emergenza sanitaria nel nostro Paese abbia cambiato la trama di una carriera finora rappresentata (solamente) in un ufficio.
05 03 2021
Il libro del momento, e non solo per le pagine sulla peste, è "I Promessi Sposi". Certo Manzoni non avrebbe mai immaginato che la frase "questo matrimonio non s'ha da fare" avrebbe raccontato così bene un periodo in cui è "vietato sposarsi". E così quella che solitamente è la stagione dei matrimoni vede wedding planner, fiorai, ristoratori, guardare con ansia ad aprile, quando potrebbe decidersi il loro destino per questo 2020. D'altronde il settore è uno dei più floridi, in cui gli italiani, specie quelli del Sud, spendono di più.