Il dato economico di qualità

L'informazione che crea valore per il Paese

 

Oggi le imprese raccolgono, analizzano ed integrano il maggior numero d’informazioni possibile, per effettuare le proprie scelte in modo consapevole, limitare al massimo le variabili rischiose e mettere in prospettiva nuove opportunità. La domanda di “banche dati” registra una crescita a doppia cifra di anno in anno e, secondo il Rapporto "Geopolitica del Digitale - Nuovi confini, crescita e sicurezza del Paese" sviluppato da The European House – Ambrosetti, la data economy vale in Europa 60 miliardi di euro. 

Questo scenario, caratterizzato dalla centralità dell’uso dei dati nelle strategie e nella gestione del business, impone una riflessione sull’importanza del concetto di conoscenza in ambito economico: conoscere significa poter fare affidamento su informazioni attendibili, per avere un vantaggio competitivo e disporre di un valore che metta in moto la crescita.
Appare quindi evidente la necessità di disporre di dati di qualità per sostenere decisioni complesse: discorso che acquista ancora più valore in riferimento ai dati di tipo economico, capaci di impattare fortemente sull’andamento dell’intero mercato. Secondo lo Standard internazionale che individua le qualità essenziali dei dati gestiti con strumenti informatici, Il dato deve essere accurato, attuale, coerente, completo e credibile.

Per riuscire a soddisfare queste esigenze s’impone il bisogno di rivolgersi a fonti ufficiali, a banche dati organizzate e facili da consultare, che permettano di integrare i dati con i sistemi informativi interni alle aziende. 

 

In quest’ottica, le banche dati delle Camere di Commercio Italiane rappresentano l’offerta per eccellenza che soddisfa le richieste più esigenti. Forse ancora non tutti sanno che al Registro Imprese gestito dalle Camere di Commercio sono tenute ad iscriversi tutte le imprese del nostro Paese: un’impresa in Italia non può esistere se non è iscritta al Registro Imprese, esattamente come non può esistere una persona non iscritta all’anagrafe del Comune in cui risiede. 
Il Registro è quindi una garanzia di trasparenza del mercato che ha pochi eguali nel mondo: contiene informazioni ufficiali su 6 milioni di imprese e 10 milioni di persone che ricoprono cariche o possiedono quote in società italiane, oltre a 1 milione di bilanci. Questo bacino di informazioni, che rappresenta l’anagrafe economica ufficiale e lo strumento di pubblicità legale di tutte le imprese italiane, è una best practice riconosciuta a livello europeo. Un patrimonio informativo gestito con tecnologie all’avanguardia che consente l’accesso, l’utilizzo, l’integrazione e la “rivendita” di dati ufficiali e garantiti dalla legge anche verso i terzi. 

Il Registro si configura inoltre come un archivio fondamentale per l’elaborazione di indicatori di sviluppo economico ed imprenditoriale: una fonte di trasparenza svincolata da qualunque interesse particolare e resa disponibile all’intera collettività quale strumento di legalità. Si tratta di un supporto indispensabile per il funzionamento e la correttezza del mercato, capace quindi di generare valore, attraverso la diffusione del dato di qualità, appannaggio di tutto il Sistema Paese.

InfoCamere, che gestisce il Registro Imprese per conto delle Camere di Commercio, sta portando gli imprenditori italiani a conoscere da vicino e a governare le informazioni pubbliche collegate a sé stessi e alla propria azienda e ad averle sempre a disposizione nel proprio Cassetto Digitale - il servizio si chiama impresa.italia.it e consente al legale rappresentante di estrarre gratuitamente, anche da smartphone, tutte le informazioni che lo riguardano presenti nel Registro Imprese.
Inoltre, attraverso modalità innovative di accesso ai dati che consentono l’estrazione in tempo reale di qualsiasi informazione del Registro, InfoCamere fornisce a tutti una chiave per gestire meglio le decisioni di business ed i pericoli collegati alla crescente circolazione di informazioni di scarsa qualità, contribuendo a fare di noi dei cittadini e degli imprenditori digitali più consapevoli e, perciò, più liberi.

 

 

Antonella Panella, responsabile Operatori dell'informazione commerciale InfoCamere.

Accedi alle Banche Dati per gli Operatori.