Imprese, professionisti e cittadini possono facilmente consultare le banche dati del Sistema Camerale collegandosi allo sportello virtuale delle Camere di Commercio italiane www.registroimprese.it, o rivolgendosi ad uno degli Operatori con i quali InfoCamere sottoscrive un apposito contratto.

Al fine di rendere sempre più ampia la diffusione dei dati del Registro Imprese, recentemente InfoCamere ha reso i contenuti della visura camerale più chiari, completi e facilmente fruibili. Inoltre, grazie all'introduzione del QR Code - il nuovo codice identificativo dei documenti ufficiali della Camera di Commercio – è ora possibile verificare la corrispondenza tra i documenti in proprio possesso e quelli archiviati dal Registro Imprese al momento dell'estrazione.

La società ha inoltre sviluppato, sempre per conto delle Camere di Commercio, servizi ad hoc per la consultazione dei dati camerali da parte delle Pubbliche Amministrazioni. Tutto senza oneri, secondo quanto stabilito dall'art. 50 del CAD, salvo quelli per la fornitura telematica e i servizi a valore aggiunto.

Accesso e analisi per professionisti e cittadini

Con la realizzazione del portale www.registroimprese.it ed i servizi per i Distributori, InfoCamere ha realizzato un tassello fondamentale per offrire un accesso facile, rapido e omogeneo alle informazioni economiche.

Il portale delle Camere di Commercio italiane

Collegandosi al portale www.registroimprese.it si possono ottenere informazioni gratuite su tutte le aziende iscritte al Registro Imprese (denominazione, forma giuridica, indirizzo della sede legale, tipo di attività) e richiedere eventuali approfondimenti o singoli documenti a costi estremamente contenuti: bilanci, statuti, informazioni sui soci, amministratori, data di costituzione e capitale sociale, codice fiscale, organi sociali, poteri di rappresentanza, eccetera. Il sito permette inoltre di accedere al Registro dei Protesti, alla banca dati dei Marchi e Brevetti, e ai Registri Europei delle imprese (EBR – European Business Register, contenente informazioni su circa 18 milioni di imprese in 26 Paesi europei). Tutto è realizzabile attraverso procedure veloci che permettono di ottenere informazioni puntuali anche senza la necessità di registrarsi al servizio.

Il portale consente anche di inviare verso le stesse Camere di Commercio molte pratiche telematiche, tra cui la Comunicazione Unica per l'attività d'impresa (valida anche per Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL e Albo Artigiani) e i bilanci societari, dal 2010 depositati nel formato rielaborabile XBRL.

Per rendere sempre più semplice la sua fruizione, il portale www.registroimprese.it consente di ottenere informazioni puntuali su una impresa (visure ordinarie o storiche, bilanci, statuti) senza la necessità di registrarsi al servizio (procedura peraltro semplice e veloce). Oltre al formato testuale, vi è la possibilità di ottenere una rappresentazione grafico-visuale dei dati richiesti, o di tenere sotto controllo un insieme di imprese selezionate.

Infine è possibile ottenere elenchi di imprese selezionate con vari parametri di ricerca combinabili (localizzazione geografica, natura giuridica, settore di attività), effettuare una ricerca delle imprese (per prodotti e servizi commercializzati), e ottenerne la visualizzazione all'interno di mappe sul territorio italiano.

 

Accesso alle banche dati di pertinenza delle Camere di Commercio

Il servizio di accesso web internet alle banche dati di pertinenza delle Camere di Commercio predisposto da InfoCamere per i gli Operatori, si chiama Telemaco (guarda il video).

Attraverso Telemaco è possibile ottenere informazioni su tutte le imprese e le persone presenti nel Registro Imprese. Telemaco permette di consultare online le visure ordinarie e storiche, i bilanci di tutte le società e gli atti delle imprese. Consente, quindi, di conoscere, fin dalla nascita, l'intera vita di ogni azienda: la storia dei passaggi di proprietà, le sedi, i soci attuali e del passato, gli amministratori e le persone che hanno o hanno avuto una carica nell'impresa. Attraverso Telemaco è inoltre possibile accedere sia al Registro dei Protesti, per verificare l'esistenza, in Italia e negli ultimi cinque anni, di protesti su cambiali e assegni levati a carico di persone fisiche e giuridiche, sia alla banca dati dei Marchi e Brevetti, da cui trarre i dati pubblici relativi alle domande di proprietà industriale.

Grazie alla continua evoluzione tecnologica, Telemaco (guarda il video)  oggi affianca alle tradizionali modalità di consultazione dei dati del Registro Imprese nuovi servizi per l'accesso integrato alle informazioni che consentono una lettura più rapida ed immediata dei dati ufficiali:

  • la Visura navigabile che consente di passare dalle informazioni economiche di un'impresa a quelle anagrafiche di una persona con cariche al suo interno
  • ri.build, il servizio per monitorare le imprese di interesse e riceverne tempestivamente, tramite un  sistema di "alert" via e-mail, tutte le modifiche e gli aggiornamenti
  • ri.visual, l'innovativa modalità di visualizzazione grafica delle relazioni tra imprese e persone
  • ri.map, che permette di ottenere elenchi di imprese suddivise, ad esempio, per localizzazione geografica, natura giuridica, settore di attività.

Accesso e analisi per le Pubbliche Amministrazioni

Nel tempo InfoCamere si è impegnata in misura sempre maggiore nel fornire alle Pubbliche Amministrazioni centrali e locali nuovi strumenti per la trasparenza amministrativa e l'analisi del tessuto imprenditoriale italiano. In quest'ottica sono stati realizzati servizi web di ricerca e analisi che consentono di estrarre ed elaborare i dati in varie modalità, per venire incontro alle differenti esigenze informative di ciascun Ente. InfoCamere fornisce già questi servizi a più di 1.000 Pubbliche Amministrazioni centrali e locali.

Decertificazione

La Legge di stabilità 2012 ha sancito il principio della "decertificazione", ovvero il divieto per le Pubbliche Amministrazioni di richiedere a imprese, professionisti e cittadini la certificazione di informazioni già in possesso di altre Pubbliche Amministrazioni. Dal gennaio 2012, quindi, i certificati rilasciati dalle Pubbliche Amministrazioni (relativi a stati, qualità personali e fatti) sono validi e utilizzabili solo tra privati e gli Enti Pubblici devono acquisire d'ufficio tutti i dati in possesso di altre PA.

Per far fronte a quanto stabilito dalla legge, InfoCamere ha realizzato, per conto delle Camere di Commercio, il portale VerifichePA, dal quale le Pubbliche Amministrazioni possono controllare la veridicità delle dichiarazioni sostitutive ricevute da imprese e persone relativamente ai dati contenuti nei Registri camerali.

Consultazione e analisi

Anche per le Pubbliche Amministrazioni lo strumento di accesso online al patrimonio informativo delle Camere di Commercio è Telemaco, come per i Distributori Ufficiali, ma con servizi di specifico interesse per gli Enti Pubblici che costituiscono, tra l'altro, un efficace strumento di supporto nella lotta contro la criminalità economica

Attraverso Telemaco è inoltre possibile:

• effettuare i controlli richiesti dal Codice dei Contratti Pubblici (D. Lgs. 163/2006) come, ad esempio, accertare l'iscrizione in Camera di Commercio di un'impresa, identificarne il legale rappresentante e gli amministratori
• verificare la sussistenza di requisiti per agevolazioni tributarie o per finanziamenti alle imprese.